Sezione Lucana Matera: Il DANTEUM di GIUSEPPE TERRAGNI tra LETTERATURA e ARCHITETTURA

Societŕ Filosofica Italiana

Il Centro Studi Rocco Montano e la Società Filosofica Italiana Lucana Matera vi invitano a partecipare a "Il DANTEUM di GIUSEPPE TERRAGNI tra LETTERATURA e ARCHITETTURA", in programma il 02 dicembre prossimo dalle ore 17.30 alle ore 20.30, a Palazzo Lanfranchi, Matera.
Il convegno è organizzato in collaborazione con Delegazione FAI, Ordine degli Architetti, Centro Levi, Centro Adriano Olivetti, Società Dante Alighieri e col patrocinio di Polo Museale di Basilicata, Comune di Stigliano, Dipartimento Culture Europee e Mediterraneo dell'Università di Basilicata.
 
Dopo i saluti introduttivi, i relatori invitati parleranno della storia del Danteum dell'architetto Giuseppe Terragni (1904-1943), un vero e proprio tempio laico dedicato alla memoria di Dante e del suo divino poema, del quale il progettato edificio prometteva di farci fare "esperienza piena". In riferimento a questo progetto e alla sua natura, si terrà d'occhio da una parte la storia della ricezione dantesca e dall'altra il dibattito architettonico degli anni '30 del secolo scorso. I relatori invitati a partecipare, non solo architetti ma anche italianisti e scenografi, parleranno del Danteum da prospettive disciplinari diverse, cercando di trasmetterci la grande suggestione che esso ha ininterrottamente esercitato negli ultimi ottant'anni, sollecitando studi, ricerche e convegni in ogni parte del mondo.
 
Saluti:
MARTA RAGOZZINO (Polo Museale di Basilicata).
NUNZIO DI LENA (Società Filosofica Italiana - Sezione Lucana Matera).
ROSALBA DEMETRIO (Delegazione FAI di Matera).
PINO SURIANO (Società Dante Alighieri - Comitato di Matera).
PANTALEO DE FINIS (Ordine degli Architetti di Matera).
SEBASTIANO VILLANI (Centro Studi Rocco Montano - Stigliano).
 
Relatori:
MARTINO MARAZZI (Università di Milano): Il Danteum di Giuseppe Terragni tra letteratura e architettura.
CARLO ALBARELLO (Associazione degli Italianisti- Master in Scenografia dell'Università "La Sapienza" di Roma): "Il folle volo": astrazione e organicità nel Danteum di Lingieri-Terragni.
PIERGIULIO MONTANO (Centro Studi Rocco Montano): Monumentalità, storicismo, evocazione emotivo-sentimentale in un'architettura moderna degli anni Trenta.
ANTONIO CONTE (Università di Basilicata): Architettura, geometria, astrazione nell'opera di Terragni.
INA MACAIONE (Università di Basilicata): Il vuoto enigmatico del Danteum.
Moderatore: Mimmo Calbi (Centro Adriano Olivetti).
 
Alla fine della manifestazione un breve ricordo di Domenico Pantone, giovane dantista stiglianese prematuramente scomparso nel 2017.

https://www.facebook.com/events/131656654185177/