Sezione di Ancona - Festival di cultura olivettiana, 3ᵃ edizione

Societŕ Filosofica Italiana

Il Festival di cultura olivettiana, giunto ormai alla terza edizione, sarà dedicato quest’anno ai temi dell’etica, della bellezza e della creatività, i tre elementi che hanno caratterizzato l’impegno e l’attività di Adriano Olivetti in tutti i campi in cui il suo fare lungimirante si è esteso.
Creatività, etica ed esperienza estetica intervengono nella nostra vita ed emergono nelle nostre relazioni con gli altri, tutto dipende da quanto spazio viene lasciato ad esse nei luoghi dell’educazione, del lavoro e della vita. Per Olivetti, infatti, la fabbrica non è solo una struttura in cui sono presenti macchinari e operai che svolgono il proprio lavoro, lo scopo principale non è il profitto ma il modo in cui si investe quest’ultimo. L’obiettivo è il benessere della comunità e la fabbrica diventa un luogo di incontro e di condivisione.
Dare espressione alla creatività, utilizzando modelli e strumenti innovativi, consente di dare forma a un’utile bellezza, concretezza all’immaginazione e soprattutto significa mettere le persone al centro di ogni iniziativa realizzata in qualsiasi attività; bisogna riuscire a cogliere le sensibilità e i bisogni delle persone per stupirle, emozionarle ma al contempo per garantire una qualità di vita migliore.

 

“Voglio che la mia Olivetti non sia solo una fabbrica ma un modello, uno stile di vita. Voglio che produca libertà e bellezza perché saranno loro, libertà e bellezza, a dirci come essere felici”.

 

>Per il programma completo del festival, per prenotazioni ed ulteriori informazioni è possibile consultare il sito

http://istao.it/festival-di-cultura-olivettiana-3/

Ultimo aggiornamento: